Meghillat Rut (il libro di Ruth) – essere Ebrei

Nella Meghillat Ruth (il libro di Ruth) si racconta la storia della scelta di Ruth di entrare a far parte del popolo ebraico. In questa lezione, parleremo del significato che l’ebraismo ha per noi e delle scelte che facciamo a questo riguardo.

Unità Età : 12-14

fonte

E Ruth disse [a Naomi]:

Non fare sì che io ti lasci e ti volti la schiena.

Poiché ovunque tu andrai andrò,

E ovunque starai io starò.

Il tuo popolo è il mio popolo e il tuo Dio è il mio Dio.

Meghillat Ruth, capitolo 1, verso 16

וַתֹּאמֶר רוּת [אל נעמי]:

אַל תִּפְגְּעִי בִי לְעָזְבֵךְ לָשׁוּב מֵאַחֲרָיִךְ. 

כִּי אֶל אֲשֶׁר תֵּלְכִי אֵלֵךְ,

וּבַאֲשֶׁר תָּלִינִי אָלִין

עַמֵּךְ עַמִּי, וֵאלֹהַיִךְ אֱלֹהָי.

I nostri padri erano Ebrei perché i loro genitori erano Ebrei, e così anche i loro genitori, nel corso dei secoli fin dai tempi antichi. E’ così che l’ebraismo e il popolo ebraico sono sopravvissuti. Questo è ciò che prevalentemente significa essere un Ebreo – ereditare una fede da coloro che sono venuti prima di noi, in cui vivere e da tramandare a coloro che verranno dopo di noi. Essere Ebrei è un legame nella catena delle generazioni.

[…] Senza nessuna decisone consapevole mi è stato ricordato che, semplicemente nascendo nel popolo ebraico, sono stato intessuto in una rete di rapporti che mi hanno connesso ad altri popoli, altri luoghi, altri tempi. Ho fatto parte di un popolo. E, facendo parte di un popolo, vi ho appartenuto.

[…] Essere un Ebreo è sapere che questa non può costituire la storia completa di chi sono. Una melodia è più di una sequenza di note scollegate. Un dipinto è qualcosa di diverso da una serie casuale di pennellate. La parte ha significato nell’ambito della sua collocazione all’interno dell’insieme, quindi se la storia ha un significato, le vite che la costituiscono in un certo modo devono essere collegate l’una all’altra come personaggi in una narrativa, protagonisti in un dramma in svolgimento.

[…] Sono un Ebreo perché, conoscendo la storia del mio popolo, sento il suo appello a scrivere il capitolo successivo. Non sono venuto dal nulla; ho un passato, e se il passato comanda qualcuno, questo sono io. Sono Ebreo perché soltanto se rimango un Ebreo la storia di cento generazioni vivrà in me. Io proseguo questo viaggio perché, essendo arrivato fino a qui, non posso lasciarlo e lasciarli fallire. Non posso essere la lettera mancante nel rotolo.

(Rav Jonathan Sacks, Radical Then, Radical Now, pagine 5-6, 28, 41, 45-46)

ndamentali per la programmazione

domande essenziali

  • In che modo sono connesso al popolo ebraico?
  • Come si esprime l’ebraismo nella mia vita?
  • In che modo sono una parte importante della mia comunità?
  •  Perché le festività, i rituali, le usanze sono importanti per me, per la mia famiglia e per la mia comunità?

domande di contenuto collegate alle domande essenziali

  • Che cosa significa scegliere di fare parte del popolo ebraico?
  • Come posso trovare il mio posto nell’ambito della mia comunità ebraica?

background per l’insegnante

La Meghillat Rut è una delle cinque meghillot (rotoli) che si trovano nel Libro degli Agiografi (Ketuvim) del Tanach. Viene letta in sinagoga alla festa di Shavuot. Nella meghillà si racconta la storia di Ruth, una donna moabita che ha scelto di unirsi al...

leggi ancora

La Meghillat Rut è una delle cinque meghillot (rotoli) che si trovano nel Libro degli Agiografi (Ketuvim) del Tanach. Viene letta in sinagoga alla festa di Shavuot.

Nella meghillà si racconta la storia di Ruth, una donna moabita che ha scelto di unirsi al popolo ebraico. Ruth ha sposato i due figli di Naomi e Elimelech, una famiglia della tribù di Yehudà che giunse ai campi di Moav dopo essere sfuggita alla carestia nella terra di Yehudà.

Il padre e i suoi due figli morirono e la madre, Naomi, rimase con le due nuore moabite. Quando Naomi decise di ritornare a Yehudà, si accinse a salutare le sue nuore, ma Ruth non era disposta a abbandonarla; decise invece di andare con lei e di prendere su di se’ la religione ebraica.

Le parole che Ruth rivolse a Naomi sono intese come una dichiarazione della sua fede e della sua scelta della religione ebraica: “Il tuo popolo è il mio popolo e il tuo Dio è il mio Dio”. In seguito, Ruth sposerà Boaz, un parente di Naomi e dalla sua stirpe nacque il Re Davide.

La decisione di Ruth di unirsi a Naomi e al popolo ebraico è considerata un atto coraggioso, poiché Naomi non aveva nulla da offrire a Ruth – ne’ un altro figlio da sposare ne’ denaro. I Saggi collegano la scelta di Ruth alla scelta che il popolo ebraico fece presso il Monte Sinai, di prendere su di se’ le mitzvot e il patto tra loro e Dio. La festività di Shavuot è la festa che commemora il dono della Torà, e quindi si ricollega, tra le altre cose, a un senso di appartenenza al popolo ebraico.

Far parte del popolo ebraico è una questione complicata poiché viene stabilito seguendo diversi criteri. Vi è una differenza tra il modo in cui il popolo ebraico stabilisce se un individuo viene considerato Ebreo e il modo in cui una specifica comunità potrebbe definire l’esperienza individuale di una persona che appartiene al popolo ebraico. In questa discussione rientrano vari criteri culturali, etnici, halachici (pertinenti alla legge ebraica), nazionali e spirituali. Quando si studia questo argomento in classe, è importante permettere una varietà di diverse prospettive che riguardano i modi in cui gli individui entrano a far parte del popolo ebraico. 

Rav Jonathan Sacks (1948-2020) – Rabbino ortodosso, scrittore e pensatore inglese. E’ stato uno dei leader della comunità ebraica in Inghilterra e una personalità importante nel mondo ebraico dei suoi tempi.

apertura opzionale
per approfondire e discutere
suggerimenti per attività
per approfondire ulteriormente

Fai elencare agli studenti le varie componenti della loro identità (possono usare l’template proposto).
Gli studenti possono fare riferimento al genere, al colore degli occhi, all’appartenenza nazionale o geografica, alla famiglia, alla comunità, alla fede e a qualunque altra cosa che considerano parte della loro identità. Discuti insieme o a gruppi – quali di queste caratteristiche vengono determinate da una scelta e quali no? E l’appartenenza all’ebraismo? È un dato di fatto o il prodotto di una scelta?

Dopo aver letto il brano della Meghillat Ruth:

  1. Perché pensi che Ruth si sia unita a Naomi? Scegliere di appartenere al popolo ebraico è stato un motivo primario o secondario dietro alla sua decisione? Spiega la tua opinione usando esempi trattidal testo.
  2. Per alcuni versi, Ruth è considerata una convertita che ha scelto a far parte del popolo ebraico. Che cosa credi ci sia alla base della motivazione di qualcuno di unirsi a un altro popolo? Pensi che una persona possa cambiare la propria nazionalità di appartenenza soltanto per sua scelta o che sia necessario che si sottoponga a un processo specifico o che riceva un’approvazione esterna?

Dopo aver letto il brano di Rav Sacks

  1. Quali elementi vengono considerati fondamentali da Rav Sacks per l’appartenenza al popolo ebraico?
  2. Pensi che, secondo il punto di vista di Rav Sacks, Ruth sia connessa all’ebraismo allo stesso modo in cui lo è lui? Spiega.
  3. Rav Sacks descrive l’ebraismo per se stesso come persona nata nel popolo ebraico.  Ruth non era nata ebrea ma, piuttosto, aveva scelto di appartenere al popolo ebraico in età adulta. In che modo può provare un senso di appartenenza al popolo ebraico?

In generale: 

  1. Essere ebreo dipende soltanto dai propri sentimenti o deve essere accompagnato da precondizioni o usanze e credenze specifiche? Se sì, quali?
  2. Ti definisci ebreo? Perché? Quali componenti formano la tua identità di ebreo?
  3. L’ebraismo è qualcosa a cui si può scegliere di appartenere o no? Spiegalo.
  4. In che modo si esprime l’identità ebraica nella tua vita?
  5. Dove collocheresti la tua identità ebraica in contrasto con le altre identità che detieni?
  • Scrivi alla lavagna l’inizio di una frase: “Per me, essere ebreo è…”
    Chiedi agli studenti di continuare la frase su un pezzo di carta. Puoi suggerire loro delle idee per completare la frase (ad esempio: essere nato da genitori ebrei/osservare la Torà/ sentirsi parte del popolo ebraico/ voler appartenere al popolo ebraico/ avere un parente ebreo (un coniuge, uno zio ecc.) /osservare le tradizioni ebraiche/conoscere la Torà).
    Dopo aver completato la pagina, indici una discussione generale in classe. Chiedi agli studenti di prendere in considerazione un certo numero di domande, tra cui: che cosa significa essere Ebrei? Ha a che fare con compiere determinati atti? E’ qualcosa con cui si nasce? Un sentimento di identificazione?
  • Fai intervistare agli studenti persone intorno a loro che hanno scelto la loro identità ebraica (ad esempio: un convertito, qualcuno che si è unito a una comunità ebraica, che ha sposato un ebreo, che cresce i propri figli nella tradizione ebraica ecc.) e fai imparare loro da questi individui i motivi che sono alla base di questa scelta.
  • Scopri un ulteriore aspetto della Meghillat Ruth – La Bontà (Chessed) nel Libro di Ruth.
  • E’ una buona idea imparare la meghillà  per intero. Puoi usare ulteriori informazioni nell’Encyclopedia Britannica.
  • Per ampliare ulteriormente sull’argomento “Chi è ebreo”, puoi tradurre e discutere la seguente poesia (o delle righe): Un Ebreo è chiunque voglia essere Ebreo, Abba Kovner.
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁרוֹצֶה לִהְיוֹת יְהוּדִי
וּמִי שֶׁהוּא יְהוּדִי בְּעַל כָּרְחוֹ
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁמַּאֲמִין בֶּאֱמוּנָה שְׁלֵמָה
וִיהוּדִי הוּא שֶׁמַּחֲזִיק בֶּאֱמוּנָה שְׁסוּעָה
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁמַּנִּיחַ טַלִּית וּתְפִלִּין
וִיהוּדִי הוּא מִי שֶׁזָּרַק טַלִּית וּתְפִלִּין
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁקָּשֶׁה לוֹ לִהְיוֹת יְהוּדִי
וּמִי שֶׁמִּתְקַשֶּׁה לִהְיוֹת דָּבָר אַחֵר
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁנּוֹלַד לְאֵם יְהוּדִיָּה […]
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁהוֹרִישׁ לָאֱנוֹשׁוּת אֶת הַגֶּעפִילְטֶע פִישׁ בִּמְקוֹרָם
וְאֶת סֵפֶר הַתַּנַ”ך בְּתַרְגּוּם
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁכּוֹתֵב מִיָּמִין לִשְׂמֹאל […]
יְהוּדִי הוּא מִי שֶׁאֵינוֹ נִבְדַּל מִשְּׁאָר בְּנֵי אֻמּוֹת הָעוֹלָם
מִלְּבַד מָה שֶׁהוּא בָּדוּל מֵהֶם […]
אבא קובנר, כל שירי אבא קובנר, כרך ו: מן העיזבון, מוסד ביאליק 2011

Puoi chiedere agli studenti di scegliere un’affermazione con cui sono d’accordo, e una con cui non sono d’accordo. Indici una discussione a seconda di quanto è stato stabilito.